Meteo

Cannot get Sihanoukville location id in module mod_sp_weather. Please also make sure that you have inserted city name.

Exchange

Etichette

Cambogia, Templi, Angkor, Unesco, Mare, Genocidio, spiaggia, relax, vacanze, Phnom penh, Sihanoukville, Siem Reap, guide italiane,
museo, isola, Koh Rong, tour

Grazie a Jayavarman II nell' VIII secolo    termino’  la sottomissione degli khmer da parte di Java e la nascita di uno stato khmer autonomo conosciuto allora come "Angkor".  Jayavarman II si fece consacrare "sovrano universale"; le sue azioni da re e quelle di tutti gli altri sovrani khmer ci sono note grazie alle iscrizioni murarie incise nella pietra intorno ad Ankor .

L ‘ evoluzione architettonica arriva al suo apice nel  XII    con la costruzione di Angkor Wat  nei dintorni dell ‘ attuale Siem Reap da parte del re Suryavarman II, sovrano celebrato per le sue vittorie    Durante il regno di  Jayavarman VII  l'impero Khmer raggiunge l'apice politico e culturale, controllando la maggior parte dell'area del Sud-est asiatico  inoltre il regno riceveva tributi da piccoli regni del Nord, dell'Est e dell'Ovest  Seguirà il lento declino del regno e il potenziamento dell'emergente regno thai.

Alla sua morte vi è una violenta reazione dei brahmini che porterà alla distruzione di molte immagini di culto buddhista; fra la popolazione andava invece diffondendosi il Buddhismo Theravada tuttora la religione predominante .

Ne approfittarono della situazione i Thai, che per ben tre volte conquistarono e distrussero Angkor (nel 1335, nel 1353 e nel 1431). Alla terza distruzione di Angkor il centro politico si sposterà a sud, negli antichi territori dove si trovava il regno di Chēn-la.


Dalla metà del XV secolo fino alla dominazione francese nel 1863    il regno khmer attraversò un periodo di stagnazione economica, sociale e politica e passò sempre più sotto l'influenza dei regni vicini di Thailandia e Vietnam; questi quattro secoli di declino sono chiamati dagli storici "anni bui" ("dark ages").

La dominazione francese inizia nel 1863: in quell'anno infatti la Francia accetta l'invito del re cambogiano di fare della Cambogia un protettorato così da fermare lo smembramento del paese da parte dei Thai e dei Vietnamiti. 

Per i successivi 90 anni la Cambogia fu praticamente sotto il controllo della Francia che, tuttavia, mantenne indisturbati il Buddhismo, le istituzioni, tra cui la monarchia, e i ritmi della vita rurale e inoltre sviluppò gradualmente una pubblica amministrazione sulla traccia di quella francese. 

L'amministrazione francese trascurò l'educazione, ma in compenso costruì strade, ponti, strutture portuali e altre opere pubbliche; inoltre restaurarono il complesso di Angkor e ne decifrarono le scritture.   I francesi svilupparono la coltura degli alberi della gomma nella Cambogia orientale e sotto il loro controllo il regno esportò quantità abbastanza grandi di riso. Con un trattato tra il governatore francese della Cocincina e il re Norodom nel giugno 1884 fu abolita la schiavitù, ci fu l'istituzione di terre a proprietà privata  Durante la seconda guerra mondiale, i giapponesi invasero l'Indocina Francese, col consenso temporaneo del regime di Vichy. Nel 1941 morì il re cambogiano Sisowath Monivong; al suo posto i francesi fecero re il suo nipote diciottenne Norodom Sihanouk. Egli era ritenuto il più adatto dai francesi a causa della sua giovane età, la mancanza di esperienza e la sua malleabilità. Nel novembre 1942 a seguito dell'invasione tedesca della Francia di Vichy, i giapponesi estromisero i francesi anche dall'amministrazione politica, occupandolo quindi esplicitamente.

Il  13 marzo 1945  il re Norodom Sihanouk dichiarò l'indipendenza della "Kâmpŭchea"; il 5 agosto 1945, il giorno della resa giapponese, fu fondato un nuovo governo  

 Alla fine del 1948 Sihanouk concluse un accordo con la Francia ed ottenne un'indipendenza parziale della Cambogia;  in seguito si ritirò quindi prima a Bangkok, poi nella zona militare autonoma comandata dal colonnello Lon Nol, presso la propria villa ad Angkor, organizzando la resistenza contro la Francia se questa non avesse concesso l'indipendenza. Norodom Sihanouk fece ritorno a Phnom Penh accolto in trionfo come un eroe; il giorno dell'indipendenza fu fissato al 9 novembre  1953 . İl periodo di dominazione dei Khmer rossi segna per 4 anni  dal 75 al 79  un  triste avvenimento durante il quale non solo si verificano veri genocidi degli “ oppositori “  di Pol Pot ma la Cambogia inizia una insensata guerra contro i vicini Vietnamiti i quali alla fine invadono la Cambogia

 La loro dominazione dura fino al 1989 Sotto l'egida dell'ONU si svolsero nel marzo 1993 le elezioni e parteciparono al voto più di 4 milioni di persone (ovvero più del 90% degli aventi diritto di voto)  Il 24 settembre 1993 fu promulgata la nuova costituzione che faceva della Cambogia una monarchia costituzionale a struttura democratica multipartitico e di Norodom Sihanouk re  Nel 1997 gran parte dei guerriglieri Khmer Rossi accettarono l'amnistia e deposero le armi, ponendo fine a trent'anni di guerra civile.

Nel 2004 Norodom Sihanouk ha abdicato per problemi di salute.  Il Concilio reale del trono il 14 ottobre  ha nominato nuovo re all'unanimità Norodom Sihamoni, uno dei figli di Sihanouk, che è stato incoronato il 29 ottobre di quell'anno